CRONACA E NOTIZIE A LUZZI

 

Torna fruibile il Torrione di Petrine
Scritto da:

La seicentesca guarnigione militareSabato e domenica scorsa, la seicentesca guarnigione militare è stata ammirata dai numerosi cittadini e dai turisti per la prima volta dopo il suo lungo lavoro di restauro grazie a un progetto regionale costato ben 400mila euro avviato dall'amministrazione Tedesco. L'intervento di ripristino e conservativo però ha mostrato da subito alcune lacune come ad esempio le pesanti infiltrazioni d'acqua, ed alle quali bisogna porre rimedio. Secondo una stima per poter ulteriormente migliorare la struttura sono necessari altri trentamila euro e renderla definitivamente efficiente. La Pro Loco di Luzzi guidata dal presidente Vincenzo Garofalo e l'amministrazione comunale del neo sindaco Umberto Federico hanno pensato a questa due giorni allo scopo di iniziare a promuovere questo importante monumento storico di Luzzi. Intanto in questa prima ufficiale, si sono fatte le prove tecniche per pensare alla sua migliore fruibilità nel futuro. Il restauro di ciò che rimane della guarnigione militare ha permesso il recupero di tre ampi vani che probabilmente verranno adibite a sale espositive e centro didattico per le scuole. Essendo la struttura baricentrica nella Media Valle del Crati posta in prossimità dell'incrocio dei fiumi Crati e Mucone, se saputa sfruttare, potrebbe diventare polo attrattivo per decine di scuole quale meta di importanza storica e geografica da visitare. Lo stabile venne realizzato dagli spagnoli quale avamposto di avvistamento e difensivo, intorno alla metà del seicento. Infatti dalla sua sommità si può ammirare a trecentosessanta gradi gran parte della Valle del Crati. Era anche una sorta di stazione di servizio per chi viaggiava verso la direttrice ionica costeggiando il Crati. Al suo interno si può ammirare una formidabile scala elicoidale in pietra di tufo, archi in pietra e una parte di camminamento per le guardie.


      Ultime notizie: