Storia e... non solo - BIOGRAFIE
GIUSEPPE COSENZA
(Luzzi 17 settembre 1846 - New York 2 giugno 1922) pittore e letterato.

Giuseppe CosenzaNel 1866, a Luzzi, dipinge varie opere giovanili per il clero e per il sindaco don Ferdinando Vivacqua. Due anni dopo, grazie ad una “pensione” di £ l.000, che gli viene concessa dal Consiglio Provinciale bruzio, si reca a Napoli ed inizia gli studi artistici presso l'Accademia di Belle Arti, nel la Scuola di Disegno, sotto la guida del maestro G. Mancinelli. A Napoli stringe forte amicizia con molti artisti, ed in particolar modo con il giovane pittore F. Paolo Michetti, al quale dedica anche una sua poesia. Sin dal 1872 partecipa a varie mostre organizzate dalla Società Promotrice di Belle Arti di Napoli, Milano, Torino e Firenze, mentre al 1878 risale l'inizio della sua collaborazione come cronista-disegnatore, da Napoli, per l'importante giornale milanese “L'illustrazione Italiana”.
Nel 1886 con la moglie, la cantante porticese Emilia Contreras, parte definitivamente a New York, dove poi la sua pittura a livello stilistico subisce una inversione di rotta, sfociando dal realismo al simbolismo. La pittura del Cosenza è legata soprattutto alle numerose scene di mare del golfo di Napoli, i cui soggetti sono abbastanza rappresentativi dell'intero repertorio figurativo tracciato nella pittura partenopea della seconda metà dell'Ottocento.
Sin da giovane il Cosenza, accanto all'attività di pittore, si cimentò anche nell'attività letteraria componendo poesie e scrivendo, fra l'altro, soggetti di Libretti musicali per la Grande Opera lirica, di cui fu anche apprezzato critico, scrivendo varie recensioni giornalistiche.
Testo di Tarcisio Pingitore tratto da: “Luzzi - servizi ● itinerari ● arte ● cultura ● shopping” del 2008
LE SUE OPERE
Marina con barche, 1882, olio su tela, cm 60x39,5 Scorcio di Napoli, 1884, olio su tavola, cm 17x28,5
Marina con barche, 1882, olio su tela, cm 60x39,5
Da: “Giuseppe Cosenza (1846-1922) - Il pensiero dipinto dal Realismo al Simbolismo” di Tarcisio Pingitore
Scorcio di Napoli, 1884, olio su tavola, cm 17x28,5
Da: “Arte di Calabria tra Otto e Novecento” di Enzo Le Pera
Veduta della costiera amalfitana, 1887, olio su tela, cm 49x76 Spiaggia di Mergellina, 1877, olio su tela, cm 59x29
Veduta della costiera amalfitana, 1887, olio su tela, cm 49x76
Da: “Arte di Calabria tra Otto e Novecento” di Enzo Le Pera
Spiaggia di Mergellina, 1877, olio su tela, cm 59x29
Da: “Arte di Calabria tra Otto e Novecento” di Enzo Le Pera
Odalisca Autoritratto
Giovane distesa, 1879, olio su tela, cm 29x55
Da: www.ottocentoelegante.it
Autoritratto
Da: “Arte di Calabria tra Otto e Novecento” di Enzo Le Pera
ALDO COPPA ¦ LUIGI GENESIO COPPA ¦ GIUSEPPE COSENZA ¦ CESARE DIMA ¦ GIUSEPPE FIRRAO ¦ GERARDO GALLO ¦ FRANCESCO GIORNO ¦ EMILIO IUSO ¦ CESARE MARCHESE ¦ GIUSEPPE MARCHESE ¦ ETTORE PARISE ¦ UMILE PELUSO ¦ UMILE PLASTINA ¦ FRANCESCO SMURRA